World Open Cup IKU

Locandina World Open Cup IKU

In allegato il programma (sia la versione in italiano che in inglese) della WORLD OPEN CUP, organizzata dalla FIK Federazione Italiana Karate sotto l'egida della IKU International Karate UnionGolden Cup, che si terrà a Caorle (Venezia - Italia) dal 9 all'11 dicembre 2016.

 


 

“Voglio fare i miei complimenti al Dott. Mosco per l’efficienza e la professionalità con cui ha organizzato questa prima edizione della IKU WORLD OPEN CUP, in questo Palasport di Caorle.” Con queste parole, il Presidente mondiale IKU, Sir. Victor Charles, ha iniziato il suo discorso di apertura di questa bellissima manifestazione sportiva, che ha voluto rappresentare l’ultimo atto di una competizione ideata e voluta dal compianto Daniele Lazzarini.

Ed infatti c’erano tutti gli amici di Daniele ad onorare la sua gara; dal vertice mondiale della sua creatura, la IKU, con il Presidente Vic Charles, il nuovo Segretario Generale Carlos Dias ed i membri del Board Mihai Cioroianu e Sergey Rostovtsev. La Commissione internazionale arbitri con il russo Gregory Thachuk, il rumeno Nicolae Iordacescu ed il nuovo membro italiano Adriano Cosma, suo amico fraterno di vecchissima data. I membri della Commissione tecnica mondiale l’inglese Abdu Shaher e l’italiano Stefano Pucci. Il nuovo Presidente federale Riccardo Mosco, ha voluto fortemente portare a termine questa manifestazione iniziata da Daniele lo scorso maggio ed interrotta prematuramente nella realizzazione, prima dalla malattia dello stesso Daniele e poi completamente abbandonata, durante tutto il periodo estivo, fino a oltre la elezione FIK del 30 settembre us.

Riccardo Mosco ha dovuto, nel breve lasso di tempo di appena 45 giorno, organizzare tutto, ricevendo dalla Segreteria IKU, da poco cambiata, scarso aiuto; è stata un suo successo, perché tutto il lavoro organizzativo è stato frutto dell’impegno di Riccardo Mosco, giovane e dinamico Presidente federale che, anche in questa occasione ha saputo con caparbietà, dimostrare a tutti le sue capacità.

La gara, pulita ordinata e senza alcun incidente o contestazione di sorta, si è articolata su 4 aree di gara in tre giorni. Il lavoro degli arbitri, ottimamente diretti dal M° Franco Sebenello aiutato da Sergio Valeri, in qualità di capo commissione nazionale, è filato via liscio come l’olio. Tutti i tecnici stranieri ed italiani presenti, si sono complimentati con la nuova dirigenza per l’ordine ed il rispetto puntuale dei tempi gara.

Dopo l’intervento di apertura del Presidente mondiale Vic Charles, è stata la volta dell’Assessore allo Sport di Caorle, che ha portato il saluto del Sindaco della ridente città adriatica e che ha espresso tutto il suo compiacimento per la riuscita della manifestazione.

A questo punto, Riccardo Mosco, Segretario e più stretto collaboratore prima e successore adesso, ha rivolto il suo sguardo al bellissimo mazzo di rose bianche posto sulla sedia al centro del tavolo IKU, la “Sua” sedia …, quella che avrebbe dovuto occupare, ancora una volta, il grande Presidente Daniele. Il giovane successore, chiamato a questo compito non facile dalla stragrande maggioranza delle società FIK, ha pronunciato parole fortemente coinvolgenti, nel silenzio, con i membri del Board IKU in piedi visibilmente commossi, con gli arbitri, i tecnici e gli atleti schierati di fronte.

Al termine della toccante commemorazione, un lunghissimo applauso dava il via alla gara: “Daniele, nessuno, tra quelli che hanno avuto l’onore di lavorati a fianco, ti dimenticherà mai!”

Belli e coinvolgenti parecchi dei combattimenti visti, con gli atleti inglesi, azeri e rumeni in bella evidenza; nei kata si è registrato, in alcune categorie, un livello veramente notevole con le squadre italiane in primo piano specie negli stili Shito Ryu e Wado Ryu.

“Finalmente abbiamo potuto lavorare in un clima sereno e senza condizionamenti di chi, pretendeva di “educarci”…come avveniva, qualche volta in passato” – dichiarano in un momento di pausa, un gruppo di arbitri – “la gara è proprio ben riuscita e speriamo che questa formula organizzativa diventi la prassi, in futuro.”

Erano iscritti alla gara circa 500 atleti provenienti da 9 nazioni; il venerdì 9 Dicembre, hanno gareggiato tutte le classi “Children”, mentre il sabato 10 si sono cimentati gli agonisti del kata e la domenica 11 è andato di scena il kumite .

Per la cronaca, vince la classifica generale la squadra russa, con la Romania al secondo posto e l’Italia terza.

“Desidero esprimere un ringraziamento particolare – dichiara il Presidente Mosco – a tutti i ragazzi del servizio organizzativo che, guidati dal M° Stefano Savorgnan, si sono prodigati in maniera stoica alla riuscita della manifestazione.”

“Anche il gruppo dei Presidenti di Giuria sono stati preziosi – conclude Mosco – e tutti hanno particolarmente apprezzato il grande lavoro della nuova collaboratrice della Segreteria Federale FIK, Dottoressa Giorgia Basso che, sfoderando una affabilità ed una conoscenza della lingua inglese notevoli, ha svolto un lavoro “diplomatico” con i rappresentanti stranieri che ha lasciato un segno positivo.”

Nella serata di venerdì 9 dicembre, in una sala del palasport, i vertici federali FIK ed i membri del Board IKU, hanno “chiarito” alcuni punti che erano stati messi in ombra durante la passata estate, dopo la scomparsa del fondatore Daniele Lazzarini.

Mediatore gradito, è stato Giacomo Spartaco Bertoletti, socio fondatore IKU, amico fraterno di Daniele (per oltre 35 anni) e profondo conoscitore di tutte le “dinamiche” del karate internazionale di tutte le Federazioni.

Dopo una breve discussione, è apparso evidente che, pur avendo tutte le federazioni aderenti alla IKU pari dignità, il ruolo e l’impegno che la FIK ha messo in questi anni e quello che potrà dare nei prossimi in favore dello sviluppo IKU, è senza ombra di dubbio primario, rispetto ad altre federazioni aderenti che magari possiedono mezzi e professionalità minori.

Si è anche ammesso che, la “riduzione” repentina, avvenuta la scorsa estate, degli incarichi politici internazionali detenuti da dirigenti italiani non poteva essere accettata; su proposta del Presidente Charles si è convenuto di cooptare, alla carica di vice Presidente IKU, il Dott. Riccardo Mosco, in attesa del Congresso mondiale elettivo della IKU di Dublino, che tra 9 mesi , dovrà ratificare questa carica.

Si è altresì deciso che il M° Adriano Cosma entrerà nella Commissione Arbitri IKU che sarà composta, a partire dal 01 Gennaio 2017, dal russo Gregory Thachuk, dal rumeno Nicolae Iordacescu e dall’italiano Adriano Cosma.

Quindi ha preso la parola il Presidente Victor Charles, che ha fatto un ricordo di Daniele Lazzarini , dichiarando di aver perso prima di tutto un amico e poi un dirigente di altissimo livello e di rara capacità di intuizione e pianificazione; ha aggiunto che nella IKU le parole “Amicizia”, “Famiglia” e “Fedeltà “ hanno un significato preminente e che, con l’aiuto di tutti i suoi “friends and brothers” … la  IKU avrà un futuro di amicizia, un futuro vincente, un futuro di grandissima prospettiva.

Il Presidente FIK Dott. Riccardo Mosco ed il Vicepresidente Dott. Stefano Pucci hanno ringraziato e si sono dichiarati disposti a collaborare in una organizzazione dove le idee, i valori, i sogni di Daniele Lazzarini sono alla base del lavoro futuro.

La serata è proseguita a cena al ristorante “Alla Posta” nel borgo antico,  nella notte di Caorle che, avvolta dalla nebbia della laguna, regala momenti ineguagliabili, tutti insieme, con i rispettivi collaboratori intorno ad un tavolino, come in tutte le famiglie del mondo.

Edgardo Sogno

Evento Internazionale
News