11° Stage Nazionale

Locandina 11° Stage Nazionale

In allegato il comunicato ed i programmi dettagliati relativi all'11° Stage Nazionale, che si terrà a Caorle (VE) dal 20 al 23 settembre 2018, aprendo così di fatto la nuova stagione 2018/2019. Inclusa inoltre, l'informativa per la prenotazione alloggio (in albergo/appartamento) presso le strutture convenzionate con il Consorzio di Promozione Turistica Caorle e Venezia Orientale per la suddetta manifestazione. Si prega di prenotare esclusivamente attraverso il Consorzio, il prima possibile e comunque entro il termine massimo del 7 settembre 2018.

Lo Stage Nazionale è caratterizzato da una programmazione attentamente studiata e ben strutturata sia per l'indirizzo agonistico che tecnico-didattico ed sarà tenuto da competenti docenti federali. Questo evento è andato sempre in crescendo nel corso degli anni e si è certi che anche quest'anno replicherà, anzi ci auguriamo superi, il successo di partecipazione delle precedenti edizioni. Si prega di dare la massima diffusione all'iniziativa.

Si segnala il sito internet www.visitcaorle.com per qualsiasi informazione turistica sulla località di Caorle.


Quelli che, lunedì 24 settembre us., hanno letto su Facebook i commenti dei karateki di ritorno da Caorle, hanno potuto constatare delle cose che accomunano tutti: la serenità, la grande amicizia e la gioia di aver trascorso un fine settimana bellissimo di sport in una grande famiglia.

Questo è il dato più importante per i Dirigenti della Federazione Italiana Karate, al di là degli altri punti pur rilevanti che hanno caratterizzato questo 11° Stage Nazionale, il secondo della “nuova era” FIK.

E dunque trattiamoli insieme questi “altri” dati prodotti in questo bellissimo e riuscitissimo Stage Nazionale FIK che si è tenuto nei giorni 20-21-22-23 Settembre us. al Expomar di Caorle (VE), perché non è vero che, in fondo, tutti gli stage sono organizzati (più o meno) nella stessa maniera!

Innanzi tutto i numeri, impressionanti!  Quasi 700 cinture nere e marroni, tra tecnici,atleti, docenti, arbitri e esaminandi per 3°/4°/5°/6° dan sono accorsi a Caorle per partecipare ad uno Stage tecnico … non obbligatorio.

Questo fatto già dimostra la grande voglia di “stare insieme” dell’ ambiente federale FIK.

Poi l’allestimento: grandioso! Il “colpo d’occhio” per chi entrava al polo fieristico è stato, a dir poco entusiasmante. Ben 23 tatami (tutti di proprietà federale) allestiti nella enorme sala della fiera di Caorle con oltre 20 cartelloni (1X2 mt) con la scritta Federazione Italiana Karate che facevano da “corona”! Veramente una bella coreografia … “anche l’occhio vuole la sua parte” … come dice il proverbio.

L’organizzazione, curata in maniera impeccabile dall’ottimo Coordinatore della Commissione Tecnica Nazionale Maestro Gianni Visciano migliora ogni anno; chi, tra i lettori di questo articolo, si è mai occupato della organizzazione di corsi di karate sa bene quanto sia complicato dirigere, scandire gli orari ed ottemperare alle esigenze di 700 persone con interessi ed esigenze differenti; il programma stilato dal M° Visciano è stato ineccepibile!

La Commissione Ufficiali di Gara, sotto la regia del M° Sergio Valeri e del M° Gerardo Nazzaro, ha dovuto prima spiegare il nuovo regolamento gare quasi completamente rinnovato dalla Commissione Tecnica Internazionale IKU, e poi, con simulazioni gara (sia di kumite sia di kata) ha verificato le capacità reali di applicazione; indubbiamente il lavoro da fare è ancora lungo e non sarà semplice omogeneizzare le “valutazioni” dei tanti arbitri ma, per la prima volta dalla costituzione della FIK, la commissione arbitri sta provando a dare una “linea federale comune” agli arbitri della “scuola” FIK. Le Commissioni di Stile hanno lavorato a pieno ritmo non solamente durante gli esami di dan (che quest’anno sono stati particolarmente “selettivi”) ma anche nelle ore loro riservate e con i gruppi divisi per stile; vedere i docenti federali dello Shotokan, Wado ryu, Shito ryu, Goju ryu, Uechi ryu, Shotokai, Shorin ryu sudare gli uni vicino agli altri senza distinzione di “ryu” o di “scuole” è stato un grande successo del Presidente Dott. Riccardo Mosco. A proposito del Presidente Mosco: il “giovane” massimo esponente della FIK si sta rivelando, ogni giorno che passa, uno dei dirigenti più capaci ed innovativi dell’intero karate nazionale. Non solo possiede delle indubbie doti di “mediatore” politico e di uomo “pacato”, ma pensa, valuta e poi prova …. cose nuove, al passo con “i tempi”! Potrà sembrare una cosa ovvia per un dirigente ma, alla prova dei fatti, non è cosi. Molti si limitano a “copiare” cose e metodi …. già pensati e “testati” … da altri e, se vanno bene, anche loro li applicano ….

La FIK, sotto la guida del Dott. Mosco, non solo è cambiata parecchio in questi due anni assumendo sempre più la “fisionomia” di una vera federazione sportiva, ma sta crescendo in maniera esponenziale sia a livello organizzativo sia come numeri; durante tutti i giorni dello stage, il lavoro primario del Presidente Mosco è stato quello di parlare e di “prendere accordi” con decine di maestri, provenienti da altre entità, che vogliono tesserarsi con la FIK.

I 90 (circa) atleti della Nazionale Italiana, che ad ottobre partiranno per i Campionati Europei IKU, hanno rifinito i loro parametri tecnici sotto l’attenta guida degli allenatori azzurri Antonio Failla, Virginia Pucci, Michele Romano, Paolo Scapin e Davide Telesca.

“Siamo a buon punto – dichiara il responsabile del settore kata M° Paolo Scapin – pero è stato importante partire con un lavoro mirato, soprattutto per ripristinare le diverse funzionalità tecnico-dinamiche, dopo la pausa estiva.”

Roberta Amendola, responsabile dei Presidenti di Giuria, nonostante fosse stata (nei giorni precedenti lo stage) impegnata nei preparativi dell’imminente matrimonio di sua figlia (alla quale vanno gli auguri di tutta la famiglia FIK) ha svolto un lavoro “titanico” nella formazione dei nuovi presidenti di giuria nazionali e dell’adattamento dei meccanismi visivi delle prove video modificate dal nuovo regolamento gare.

Un ringraziamento speciale il Consiglio federale lo ha rivolto alla Ditta Oriente Sport, sponsor tecnico ufficiale della FIK, che ha regalato agli atleti juniores e seniores in partenza per la Russia un kit formato da guantini rossi/blu, parapiedi rossi/blu, cinture rosse/blu ed un bellissimo kimono ITAKI (distinto tra kata e kumite) a ulteriore dimostrazione della “attenzione” con cui la FIK “cura” i suoi atleti!

Che dire infine, dopo aver “elencato” tutte le cose fatte (e non sono poche … mi sembra) vorrei concludere con la cosa più “preziosa” che si “respira” in FIK: l’amicizia ed il rispetto … e questo, come tutti sanno, non è sempre una cosa scontata!

Edgardo Sogno

Evento Nazionale
In primo piano
News