5° Golden Cup

ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE): UNA “GOLDEN CUP” …. SUPER. Sabato 24 e domenica 25 Novembre us. il PalaMaggetti di Roseto degli Abruzzi (TE) ha ospitato la prima tappa della stagione agonistica nazionale della FIK. Diciamo subito e senza tema di smentite, che è stato un grande successo, una bella gara e non solo perché … lo diciamo “noi” … che un poco di karate ne “mastichiamo” … ma perché è l’affermazione condivisa anche da personaggi importanti del karate italiano presenti alla manifestazione come il Presidente UKS Guido Rossini o il Vicepresidente WKC Bruno Gilardi.
Ma analizziamoli questi punti che hanno determinato il grande successo di questo campionato FIK e che stanno caratterizzando sempre più la strada e gli obiettivi tracciati e perseguiti con tenacia dal Presidente federale Dr. Riccardo Mosco e dai suoi collaboratori. Innanzitutto l’allestimento e l’organizzazione dell’impianto da parte del bravo Maestro Gianni Visciano, Presidente del dinamico Comitato Regionale Abruzzo; un’immagine ed un “colpo d’occhio” che sono un fiore all’occhiello della federazione intera. “Desidero esprimere ancora una volta – dichiara il Presidente Mosco – il mio compiacimento per l’ottimo lavoro portato avanti dall’amico Gianni che ha curato tutti i particolari nei minimi dettagli.”
Poi i numeri veramente notevoli e con un livello tecnico in forte crescita: 96 società da 14 regioni d’Italia con ben 563 cinture nere e marroni da Esordiente a Veterani. Le categorie sia nei kata sia nel kumite sono oramai ben “affollate” con molti atleti che nulla hanno da invidiare a nessuno in quanto a “spessore” tecnico. Una parola di plauso poi, deve essere spesa per la classe arbitrale che sta facendo un lavoro di grande impegno, mai fatto prima d’ora, e cioè la uniformità dei giudizi che devono essere gli stessi da parte di tutti gli ufficiali di gara lasciati, negli anni passati, senza una guida sicura e senza una “strada” tracciata da seguire; la Commissione UdG sta creando (cosa “facile” a dirsi … ma complicata nella realizzazione pratica) una “scuola FIK” di arbitri e, lentamente , la maggioranza degli ufficiali di gara si sta adeguando. “Questo compito richiede , da parte di tutti, un impegno notevole – commenta il M° Sergio Valeri, Presidente della Commissione Nazionale Arbitri FIK – ma devo dire che, dopo il corso federale per Capi-Area tenuto il mese scorso ad Orvieto, la collaborazione tra noi sta crescendo; adesso ci sentiamo tutti appartenenti ad una forte squadra e si inizia a vedere un buon innalzamento dei giudizi. Certo c’è ancora un bel pezzo di strada da fare ma … la via è quella giusta.”
Tutto bene dunque ? Non proprio! La Dirigenza FIK ha rilevato due piccole “pecche” che, in futuro, dovranno essere migliorate. La prima riguarda gli alti numeri di iscritti alle gare nazionali che hanno fatto sforare il sabato sera di un’ora l’orario previsto e la domenica di ben due ore e mezza. Nonostante si limiti l’attività agonistica solo alle classi internazionali e alle cinture nere e marroni (lasciando ai bambini ed alle cinture colorate la Coppa Italia) i numeri continuano a crescere creando non pochi problemi; certo “questi” sono il genere di problemi che molti vorrebbero avere …. ma i Dirigenti FIK già stanno studiando un sistema di “rimodulare” gli orari (senza voler aumentare il numero dei 4 tatami come si conviene a tutte le federazioni “sportive” …) per rendere ottimali anche i tempi di chiusura. Il secondo punto riguarda il nuovo regolamento gare entrato in vigore proprio a Roseto; se è vero che qualche arbitro ancora non ha completamente “metabolizzato” la nuova impostazione dettata dalla Commissione Tecnica Internazionale (è normale ci vorrà ancora un po’ di tempo) è anche vero che molti coach o non hanno letto le nuove regole o … non le hanno ancora digerite!
“Leggere, capire e condividere le nuove regole arbitrali - commenta il Dr. Stefano Pucci Presidente della IKU T.C. - significa anche modificare i consueti sistemi di allenamento per riadattarli alle mutate regole di valutazione. In conclusione, non si possono affrontare le gare con le “nuove” regole arbitrali …. mantenendo le “vecchie” metodologie di allenamento.”
Per la cronaca sportiva si riportano le prime 3 società classificate alla 5° Golden Cup:
Classifica del Kata: 1° Scuola Karate Italia Mosciano Sant’Angelo (Teramo), 2° Shotokan Shin Dojo Malo (Vicenza), 3° Polisportiva Union Vigonza (Padova).
Classifica del Kumite: 1° ITK Sport Monza (Monza e Brianza), 2° Tzubame Greve in Chianti (Firenze), 3° UNIKA Gruppo Karate Gilardi Roma.

Edgardo Sogno.

In allegato il comunicato relativo alla 5° Golden Cup, in cui è dettagliato il programma gara, le modalità di iscrizione e di prenotazione alberghiera. La manifestazione, organizzata in collaborazione con il Comitato Regionale Abruzzo, si svolgerà il 24-25 novembre 2018 presso il Palazzetto dello Sport "PalaMaggetti" in Piazza Olimpia a Roseto degli Abruzzi (TE).

Golden_Cup_5.pdf

Manifestazione valida per il punteggio azzurrabili