• Via Giosuè Carducci, 45 - 30171 - Mestre Venezia (VE)
  • +39 041 950786

Federazione Nazionale

05

febbraio2008

Le sensibilità propriocettive (Eventskarate 05 feb.2008)

del dott. Alessio Morandi  Nei precedenti articoli ho cercato di porre l’attenzione alla prevenzione anziché alla riabilitazione, ho trattato l’importanza della tutela dell’equilibrio posturale e dell’impegno che doveva avere l’atleta e l’allenatore nello studio della tecnica e  dell’ esecuzione di una  corretta preparazione atletica. Di frequente veniva sottolineata l’esigenza di dedicarsi a determinate esercitazioni, fra […]

04

febbraio2007

I parametri di eccellenza di un atleta (Eventskarate 04 feb.2007)

Di:   Emanuele Gueli  e Roberto E. Vannoni La luce, come regola naturale, possiede la proprietà, quando attraversa mezzi differenti, di seguire il percorso più breve ( Principio di Fermat). Possiamo applicare questo principio ad un combattimento generico e, in particolare, al “Kumitè”, nel quale, la tecnica perfetta minimizza il tempo di azione impiegato. Infatti, qualsiasi […]

03

febbraio2006

Liberazione di energia nel Karate (Eventskarate 03 feb.2006)

 Sistema esoergonico a breve termine: l’acido lattico  (Prof. Mariani) Per garantire l’energia necessaria nel corso di attività fisiche di elevata intensità come il Karate, l’organismo deve continuamente provvedere alla risintesi dei fosfati altamente energetici, ATP (acido adenosintrifosforico) e CP (creatinfosfato). In queste circostanze, l’energia per la fosforilazione dell’ADP in ATP proviene principalmente dal glicogeno muscolare […]

09

febbraio2005

Modello prestativo del Kumite (Eventskarate 09 feb.2005)

Del dott. Simone Colombi Stralcio di un lavoro più ampio e complesso Il Karate pur essendo una delle più antiche discipline  ha, a mio parere e  spero anche di altri, nella sua realtà sportive, una grande carenza. Cercando materiale di studio sul karate ho notato la mancanza di statistiche, ricerche, studi nell’ambito del kumite agonistico. […]