12° Coppa Italia

La ridente cittadina di San Benedetto del Tronto (AP), ha ospitato egregiamente nel suo moderno Palazzetto dello Sport, nei giorni 04-05 Maggio us., la 12° edizione della “Coppa Italia” della FIK, gara riservata alle cinture colorate (dalla bianca alla blu). Una “sorta” di finale nazionale a cui hanno partecipato ben 653 atleti da 76 società giunti, dopo aver preso parte nei mesi passati alle rispettive gare regionali, da tutta Italia.

C’è innanzitutto da fare un plauso alla perfetta organizzazione dell’evento curato nei minimi particolari dal Delegato Regionale Marche Roberto Feliziani e dal suo staff; presente, nella giornata di domenica, anche l’Assessore allo Sport del Comune di San Benedetto del Tronto che ha patrocinato la manifestazione e ha caldamente auspicato al Presidente Mosco, di poter ospitare futuri eventi nella sua bella città marchigiana.

“Abbiamo voluto seguire – commenta il Presidente federale Dott. Riccardo Mosco - lo stesso standard organizzativo delle nostre gare riservate alle cinture marroni e nere delle classi agoniste, perché siamo convinti che tutti i nostri tesserati, di qualsiasi grado o età , meritino da parte nostra lo stesso rispetto ed il medesimo impegno federale.” Ne è risultata una manifestazione eccellente, con 4 tatami che hanno lavorato a pieno ritmo, in un clima sereno e di amicizia tra i giovani, ai quali, la FIK, ha voluto regalare dei simpatici gadgets a tutti i partecipanti.

La gara ha rappresentato la conclusione della attività agonistica nazionale della stagione 2018/2019; adesso è già iniziata, con la trasferta di Londra della scorsa settimana, la lunga stagione internazionale che vedrà centinaia di atleti della FIK impegnati all’estero in competizioni organizzate dalle diverse “sigle” che regolano il karate internazionale.

“Naturalmente il nostro appuntamento clou – dichiara il Responsabile federale per le Attività Internazionali Dott. Stefano Pucci – sarà il Campionato del Mondo IKU ad ottobre in Brasile, al quale parteciperemo con una delegazione di oltre 110 persone tutte interamente spesate dalla FIK.”

“Nel corso di questa Coppa Italia – seguita il Dott. Mosco – abbiamo avuto due importanti eventi che hanno rappresentato un positivo “esordio” nella nostra federazione.”

“La competizione di kata per portatori di handicap, evento da noi particolarmente “sentito” ed auspicato, e la prima gara delle specialità FUKUGO ed EMBU sul modello WTKF - spiega il Presidente – federazione tradizionale di grande prestigio internazionale che ha riconosciuto, 4 mesi fa, la FIK come unica rappresentante per l’Italia .”

Vincevano la prova del FUKUGO della classe Seniores Maschile: 1°) Iliano Michele - 2°) Armani Matteo - 3°) Alghisi Gabriele e 3°) Favagrossa Luca

Salivano sul podio della specialità EMBU : 1°) Corridori-Villa - 2°) Tzubame Senior - 3°) Amighetti-Uberti e 3°) Favagrossa-Alghisi.

Tornando alla Coppa Italia riservata alle cinture colorate vincevano la classifica del kumite le società: 1°) Scuola Karate Italia di Mosciano Sant’Angelo (TE) – 2°) Arti Marziali Firenze - 3°) Goshin Karate Dojo di Santa Marinella (RM) – 4°) Yuushikan di Baschi (TR) - 5°) Karate Bologna Marathon.

Nella specialità kata: 1°) Scuola Karate Italia di Mosciano Sant’Angelo (TE) – 2°) Gojukai Renbukan di Roma -3°) Karate Muhlbach di Rio Pusteria (BZ) – 4°) Goshin Karate Dojo di Santa Marinella (RM) - 5°) ITK Sport di Monza (MB).

Per concludere la cronaca della Coppa Italia FIK 2019, c’è da ricordare che, nel corso della mattina di sabato 4 Maggio, si è svolta nei locali dell’hotel Calabresi, la consueta Assemblea Ordinaria Nazionale della FIK, nel corso della quale, il Presidente Mosco ha illustrato le molteplici attività regionali, nazionali ed internazionali svolte dalla Federazione nel corso dell’anno 2018; ha poi presentato e mostrato in dettaglio il bilancio consuntivo 2018 che dimostra anche la solidità e gli avanzi attivi della FIK, frutto di una sapiente ed oculata amministrazione … “sostenuta” anche da un notevole incremento delle affiliazioni che la FIK continua a registrare dal 2017 in avanti.

Edgardo Sogno