Corso di Dinamiche Mentali nel Karate

Viene indetto e organizzato un Corso Nazionale di "Scienze della Salute e Psicologia della Performance applicate nel Karate/Combat Sport: introduzione ai modelli e attività pratica guidata" il 18 e 19 gennaio 2020 ad Istrana (TV) presso il Palazzetto dello Sport in Via del Capitello 43 con i seguenti orari: sabato 18 gennaio dalle 14:30 alle 18:30 e domenica 19 gennaio dalle 9:00 alle 13:00. Maggiori informazioni sono disponibili nel seguente comunicato:

Comunicato Corso di Dinamiche Mentali nel Karate

Nei giorni 18 e 19 gennaio 2020, si è svolto ad Istrana (TV) il corso sul progetto didattico "Scienze della Salute e Psicologia della Performance applicate nel Karate/Combat Sport: introduzione ai modelli e attività pratica guidata", in collaborazione con il Centro Universitario Internazionale (C.U.I. - Ente di Formazione e Ricerca Universitaria Riconosciuto con D. M. 29/03/1996) ed il Master in Sport Neuroscience and Human Performance del CUI, con responsabili scientifici e docenti il Dott. Bruno Demichelis e il Dott. Aiace Rusciano:

Prof. Bruno Demichelis - Direttore del Servizio di Psicofisiologia Applicata e della Scuola di Breathing Sciences, è Ph. D. in Psicologia dello Sport, co-fondatore di MilanLab e ideatore della Mindroom, oggi utilizzata per il training con atleti d’elite da Top Club italiani e stranieri. E’ considerato pioniere della Psicologia sportiva, iniziando la sua attività al Milan nel 1986, club nel quale è rimasto per 21 anni per poi passare al Chelsea e successivamete in Australia. E’ stato capitano della Nazionale di Karate, più volte campione italiano, due volte campione europeo e due volte vice-campione del mondo.

Prof. Aiace Rusciano - Psicologo esperto in neuropsicologia e fisiologia dello sport. Phd in Neuroscienze Cognitive. Membro Society of Applied Neuroscience. Direttore del Master in Sport Neuroscience and Human Performance del Centro Universitario Internazionale. Docente presso l’Università di Padova. Già responsabile NeuroLAb Ac ChievoVerona, e precedentemente Ac Milan – Milan Lab. Ideatore della metodologia scientifica Neuroplus® validata con il CNR di Roma,Marsiglia e Ac ChievoVErona e Ac Milan, diretta agli atleti professionisti per il potenziamento visuoattentivo, recupero e riduzione infortuni muscolari. Consulente per l’Intelligenza Artificiale applicata allo Sport per la multinazionale Oracle. E' maestro di karate presso FIK ed è stato atleta professionista di karate, campione italiano di kumite in varie federazioni ed enti (FIAM, Us Acli, JKA Italia) e membro della nazionale italiana ai mondiali della Japan Karate Association (JKA World Championship - Berna, 1998).

I due docenti si sono alternati in interventi di entusiasmante interesse per i molti presenti.

Obiettivo del progetto didattico: Le metodologie di lavoro nello sport, in particolare nelle metodologie del karate e sport di combattimento, al di là dello stile praticato, possono essere, se acquisiscono in modo consapevole e competente una nuova visione centrata sui "Modelli applicati di promozione e tutela della Salute" impattare sulla promozione e tutela della salute, prestazione di atleti, persone e organizzazioni; divenire veicolo di promozione e ottimizzazione della salute psicofisica e prestazione, nonché di sviluppo personale, con impensabili ritorni per la società. Il percorso tecnico ha l'obiettivo, in modalità lezione frontale (sabato) e con esercitazioni pratiche-guidate di karate (domenica) e l'utilizzo dimostrativo con tecnologie di monitoraggio psicofisiologico, di introdurre (sabato e domenica):

(1) vision per la promozione e tutela della salute: introduzione ai modelli e conoscenze dimostrate e applicate

(2) ottimizzazione della prestazione nello sport, con particolare riferimento alle scienze dello salute, gestione e nuova scienza dello stress, psicologia dello sport e peak performance, applicati al karate e sport da combattimento.

In conclusione, invita i tecnici all'introduzione di tali modelli utili alla formazione e pratica consapevole delle arti marziali e relazioni con le scienze applicate della salute e performance. Una più ampia conoscenza introduttiva di tali modelli abilita ad una più ampia, consapevole e specifica competenza nella metodologia e pratica di lavoro, immediatamente applicabile con apparecchiature di monitoraggio fisiologico nella pratica del Karate.

Al termine del secondo giorno è stato presentato dal Dott. Matteo Signorini del GDVR, il progetto Karate 2.0: a marzo 2020 si avvierà in collaborazione con la FIK, il Centro Universitario Internazionale ed il Gruppo Veneto Diagnostica e Riabilitazione ed il Centro Medico Riabilitativo Atlante di Verona, uno studio scientifico pilota con tecnologie avanzate robotizzate e screening neurocognitivi, per ricercare l’effetto del karate sulla salute, sulla riabilitazione neuromotoria e cognitiva della malattia di Parkinson.